TRADIRE

Pubblicato: giugno 12, 2013 in Uncategorized

STO PENSANDO AL DELIRIO DI ONNIPOTENZA CHE CERTI CRETINI POSSEGGONO ALLA LORO PRESUNZIONE DI VOLER DOMINARE IL CREATO, CIO’ NON E’ SEMPLICEMENTE FOLLE, MA HA QUALCOSA DI MOSTRUOSO, CHE VA CONTRO OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO, ESSI SONO FRA NOI IN MISURA SEMPRE CRESCENTE, SI INFLUENZANO FRA LORO, SI FORTIFICANO, SI DIMOSTRANO ABILI NEL FINGERE, PRONTI SEMPRE NELLO SCUSARSI E DISPIACERSI DEL MALE FATTOVI, COSI’ COME SE FOSSE NORMALE MALMENARE QUALCUNO O QUALCOSA PER IL SOLO FATTO CHE NON E’ COME VORREBBERO LORO.

SE NE CONOSCETE QUALCUNO EVITATELO, SONO INRRECUPERABILI E RISCHIANO DI MANGIARE IL VOSTRO TEMPO.

PAROLA D’AMICO

Cos’ è lo Spirito Santo?https://i1.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/d/d7/Herz_Jesu_Fires_-_South_Tyrol.jpg/320px-Herz_Jesu_Fires_-_South_Tyrol.jpg

Lo Spirito Santo è un dono di Dio, non è quindi uno spirito benefico, non è una forza esoterica, non è tantomeno un fantasama.

E’ un soffio, un soffio d’Amore, che non si può catturare, afferrare, vedere o rinchiudere.

Lo Spirito anima il cuore nostro ogni giorno nella ricerca senza non poco fatica di Dio, quindi ci conforta in questo percorso che è l’opera di fede, offrendoci una speranza nella quale intravediamo la Creazione.

Link  —  Pubblicato: maggio 21, 2013 in Ora et Labora, Società e Costume

Salve mi chiamo Rossi, Mario Rossi, è sono un consulente…, di N…; W…, O.., E…, S…, ecc.  Lei è la fortunata CLIENTE, che tra milioni di inoccupati, disoccupati, scanzafatiche e indesiderati della madre terra, ha VINTO!!!

Ma sta scherzando proprio IO, giovane Donna e Lesbica, Ebrea zingara errante dell’E. in guerra, ci sarà uno sbaglio, penso…

No, lei ha vinto un posto di lavoro, un posto di “consumatore prima fila”, lei che non possiede un che minimo capitale, lei che è un apolide del lavoro stabile e organizzato, lei che non è ingrado neanche di procreare, lei ora ha un posto di Lavoro.

E’ vero, che lavorando e pagando le tasse avrò tutti i miei diritti di rivoluzionaria e illuminista francese?

Sì, tutti i diritti della carta di garanzia dei prodotti da lei acquistati, inoltre l’ Imposta sul Valore Aggiunto, sarà proporzionale al suo grado di insoddisfazione, ovvero lei più un bene lo ritiene soddisfacente più l’IVA sarà adeguata, ma non si preoccupi di questo, la formeremo e le insegneremo il necessario per essere al meglio.

Scusi sà, ma cosa dovrò fare…

Niente lei deve solo aspettare che un nostro incaricato, una volta al giorno passi da lei e la riprenda in pose artistiche, riprese che la nostra organizzazione potrà in seguito ricommercializzare su mercati, dove clienti disoccupati potranno usufruire delle loro “donne di conforto” in formato di stampa digitale o tradizionale.

Firmi qui per accettazione Grazie.

Tutti i riferimenti sono inventati e di sola fantasia

A street prostitute

A street prostitute (Photo credit: Wikipedia)

La sindrome dell’assedio

Pubblicato: maggio 3, 2013 in Lavoro e Libertà
natura morta

natura morta (Photo credit: Circolo d’Arti)

Con il termine sindrome si intende, in medicina, un insieme di sintomi e segni clinici che rappresentano le manifestazioni cliniche di una o diverse malattie indipendentemente dall’eziologia che le contraddistingue(wikipedia).

Il loro sintomo siamo noi, la gente che lì circonda, la paura che essi posseggono fin da piccoli é quella di non essere.

Questi esseri sono stati privati fin da subito dell’unico bisogno che un uomo necessita per sopravvivere, il riconoscersi come Uomo, come unicum nell’universo Natura,  loro non si considerano, non sanno nemmeno di esistere, se non per le loro paure e fobie, la loro immagine sociale è una sottrazione, è un calco o un ombra di un Uomo.

L’ autoconsiderazione è l’unica speranza a cui si possono aggrappare, l’unico scopo che si possono prefiggere, l’odio come l’amore o qualsiasi passione o debolezza umana in loro è seppellita nella paura.

Sono dei morti viventi e come tali sono condannati nell’eternità della storia umana, non avendo saputo godere del loro presente, vivranno nell’eternità dell’immaginario storico e collettivo, viaggeranno nell’infinito spazio del tempo intrappolati nelle loro stesse mendaci aspirazioni, senza più pace.

Auguri

Emigrante

Emigrante (Photo credit: ¿Qué hacer en Vigo?)

Giunto a casa ier sera mi perviene una lettera, di un Amico, di un Emigrante, apro la busta ancor prima di essermi levato il pesante e caldo sovrabbito, egli lamenta nelle sue poche righe che nutre seri dubbi sulla sua condizione di uomo, di padre come di marito e inoltre mi scrive del debito contratto con la Società Civile.

Diriggendomi al guardarobba, poggio il foglio sul marmo bianco del tavolino dell’ingresso e vorrei lasciarlo lì, gestirlo con la meccacinità con cui tratto gli affari domestici, ma non posso, il senso comune o il buon senso, non lasciano l’intimo sentire.

Mentre mi spogliavo mi chiesi, se tutto quello che mi ha scritto non fosse vero,   magari nascosto dall’anomimato della distanza, preso dalla noia del vivere la quotidianità, solo un’esegerazione dovuta all’ansia del vivere il duemila secolo ancor più breve del precedente, ma chi sono Io?

Può salvarci dall’errore, il buon senso, si cerca pure con il lanternino le ragioni del povero perchè si sente nella coscienza il diritto che la Natura gli ha dato sulla ricchezza del ricco. Le sciagure non nascono per lo più da delitti. Nel delitto come in tutte le attività umane non si può escludere ogni intervento intellettuale, ma si può essere tutti medici degli altrui mali?

La Filosofia chiede all’uomo un coraggio da cui la Natura rifugge, nel segreto dell’animo suo l’uomo trema, si ribella al Debito che il nascere gli impone, un Debito arricchito dal pregiudizio e dal bisogno.  Non basta più quindi il senso comune ma un opposizione meno contradditoria e conservatrice, in cui l’etica della reciprocità sia un valore condiviso, dove l’uomo seminudo non abbia più vergogna ne croce.

Quale deve essere la funzione del Movimentismo del Fare Italia oggi?
Il Movimentismo a cui diamo la nostra fiducia, è anche del popolo italiano, ovvero di quegli Italiani che si rappresentano in un modo Speciale, in un modo Universale, Libero, il movimentismo è un arco che lavora per ricongiungere il mito con il nostro futuro e si sa che ogni autentico atto di coraggio, anche se espressione di un tempo, resiste e apre al dialogo con le generazioni future.

Scrollarsi di dosso paradgmi incomprensibili ai più, non sembra una strada più percorribile, l’organizzazione del sistema Italia deve essere ridiscusso, e non lasciato a quella forza Borghese miope, che fin da troppo tempo è stata ed è causa di un Indifferenza di costume, quindi solo con un vera lotta di cultura ci si può riappriopriare di regole fondanti su principi e valori condivisi da una storia comune e universale.